Rimettere in campo risorse e servizi sociali per aiutare chi è in difficoltà

Oggi c’è ancora un grande problema per le fasce deboli della popolazione che non viene risolto dal reddito di cittadinanza. Credo che la soluzione sia quella di rimettere in campo risorse economiche e anche la rete dei Comuni e dei servizi sociali, che è stata esclusa dalla gestione del reddito di cittadinanza, per consentire alle persone che hanno bisogno di poter essere aiutate sia con servizi che con sostegno economico.

Continua a leggere

Le periferie rischiano di esplodere

«Le periferie di Roma sono una bomba che rischia di esplodere. Le istituzioni e le forze politiche (quasi tutte) in questi anni sono state assenti. Nelle periferie di Roma si vive sempre peggio. Quegli stessi quartieri che hanno eletto la sindaca con un plebiscito chiedendo discontinuità con il passato, ora chiedono conto delle promesse e non sono disposti a dare la colpa solo a "quelli di prima"».

Continua a leggere

Ucciso per un sorriso e per mancanza di personale nei tribunali

Stefano Leo sarebbe stato ucciso per un sorriso: «Volevo uccidere una persona felice», avrebbe confessato l'assassino dopo essersi costituito. Un assassino che, però, avrebbe già dovuto trovarsi in carcere per una sentenza di condanna emessa in precedenza e mai applicata a causa di carenza di personale nel tribunale che avrebbe dovuto trasmettere gli atti.

Continua a leggere

I bambini discriminati a Lodi

Il Tribunale di Milano ha accertato la condotta discriminatoria del Comune di Lodi che pretendeva dalle persone non comunitarie di produrre documenti nei Paesi di origine per potere accedere ai servizi scolastici a domanda individuale.
Il Tribunale ha ordinato al Comune di Lodi di modificare il Regolamento per consentire ai cittadini non appartenenti all’Unione Europea di presentare la domanda di accesso ai servizi alle stesse condizioni previste per i cittadini italiani e dell’Unione Europea in generale, ossia in base alla dichiarazione ISEE.
Il Comune di Lodi è stato condannato alla rifusione delle spese processuali in favore di ASGI e NAGA che hanno presentato il ricorso.

Continua a leggere

© Franco Mirabelli
2018-2019-2020-2021