Non possiamo essere indifferenti

Oggi è la Giornata della Memoria e siamo ancora a ricordare - come ogni anno e come dovremo fare sempre - il sacrificio di chi, in nome della libertà, ha subito la vessazione di una deportazione ed è morto in campo di concentramento. Credo che dobbiamo ricordare che la libertà e la democrazia sono cose di una straordinaria importanza e che dobbiamo saperle difendere e conservare gelosamente e rispetto alle quali non dobbiamo essere in alcun modo indifferenti.

Ciò che è successo in quegli anni non si deve ripetere e, perché non si ripeta, dobbiamo sapere quello che è successo e saper vedere i segnali quando ci sono violazioni di diritti, delle libertà e della democrazia e dobbiamo essere pronti a reagire. L’indifferenza in questo caso diventa una cosa grave.
Gramsci, un grande del passato, diceva “Odio gli indifferenti” proprio perché forse molte delle tragedie che sono successe in quegli anni non sarebbero avvenute se ci fosse stata meno indifferenza, se ci fosse stata più voglia da parte di tutti di combattere insieme per la libertà e per la democrazia.
Onore a chi l’ha fatto e onore alle famiglie di chi lo ha fatto.

Intervento a Sant'Angelo Lodigiano alla Pietra di Inciampo in ricordo di Umberto Biancardi: Video»  - Foto» 

© Franco Mirabelli 2018-2019