• Blog
  • Diritto Alla Casa
  • Degrado

    I quartieri ERP

    La cooperazione può e deve avere un ruolo da protagonista nel post-pandemia

    Porto un saluto all’Assemblea di Uniabita, avendo seguito le vicende di questa Cooperativa in questi anni, avendo condiviso e conosciuto le difficoltà pre-covid e poi le difficoltà che tutti abbiamo vissuto durante la pandemia.

    Credo che sia giusto complimentarmi con il Consiglio di Amministrazione, con il Presidente e con il corpo sociale perché si è riusciti a fare un lavoro importante e molto difficile, che oggi porta a pensare di poter rafforzare in maniera significativa Uniabita.
    Usciamo dalla pandemia e credo che, quando il Presidente dice che dobbiamo pensare al futuro, stia sostenendo una cosa importante e non rituale in questo caso, perché penso che dopo la pandemia avremo bisogno di ripensare tante cose.
    Le nostre città non saranno più come prima.
    Il mondo del lavoro, con lo smart working, cambierà.
    Questa pandemia ci ha fatto presente che diventa importante avere i servizi vicini nelle città.
    Bisogna ripensare in qualche modo le nostre città e credo che, da questo punto di vista, la cooperazione Uniabita e complessivamente le cooperative di abitazione dovranno avere una capacità propositiva ma anche di essere protagoniste nella costruzione di risposte innovative anche alle questioni dell’abitare, alle questioni che riguardano la capacità di costruire una coesione nel corpo sociale e una capacità, come avete sempre avuto, di fornire servizi al corpo sociale che vadano al di là della semplice abitazione.
    Credo che questo debba essere riconosciuto al mondo della cooperazione: la possibilità e la volontà di avere un ruolo in questa fase.
    Ci sono ingenti risorse che verranno messe in campo nei prossimi anni, a partire dai 230 miliardi per cui sono previste molte iniziative che guardano alla rigenerazione urbana e all’abitare; ci saranno risorse e opportunità messe in campo sulle infrastrutture e altre questioni che riguardano direttamente l’abitazione, la capacità propositiva, la costruzione del miglioramento dei quartieri; c’è il superbonus del 110%.
    C’è molto da fare, dunque, e sono convinto che una cooperativa solida che guarda al futuro oggi sia necessaria alle comunità di Cinisello, Sesto San Giovanni e alle altre realtà in cui opera Uniabita ma, complessivamente, credo che nei prossimi mesi dovremo riscoprire la forza e il valore e la necessità della cooperazione affrontando queste questioni.

    Intervento svolto all'Assemblea di Uniabita: Video.

    © Franco Mirabelli
    2018-2019-2020-2021