• Blog
  • Diritto Alla Casa
  • Degrado

    I quartieri ERP

    Il disinteresse dell'amministrazione romana e l'intervento dell'elemosiniere del Papa

    Sono stato relatore della legge sull’emergenza abitativa con cui è stata introdotta la norma per cui, di fronte a nuove occupazioni abusive, è considerato illegale che i gestori concedano contratti per le forniture di energia elettrica e gas e penso che questa regola sia giusta.

    Nel caso del palazzo romano occupato da 450 persone, di cui 100 bambini, in cui l’elemosiniere del Papa ha riattaccato la corrente, però, si tratta di uno stabile che risulta occupato da molti anni, perché la politica evidentemente non è riuscita a dare un’alternativa, come spesso succede a Roma.
    Non si tratta, dunque, di persone che improvvisamente hanno occupato un luogo ma di una situazione consolidata da molto tempo e, se non fosse intervenuto l’elemosiniere del Papa, probabilmente, nessuno se ne sarebbe interessato neanche questa volta. 
    L’elemosiniere del Papa era già stato negli uffici comunali alla ricerca di qualcuno che potesse occuparsi della situazione di quelle persone ed è chiaro che la scelta era quella di farsi carico anche dei costi.
    Il problema è che nessuno, né la Sindaca, né l’amministrazione, né Salvini che ora commenta molto, si erano mai occupati di queste 450 persone rimaste senza corrente elettrica.
    L’elemosiniere del Papa, quindi, ha scelto di intervenire di fronte all’assenza completa delle istituzioni comunali e statali.
    A tutto questo, come al solito, si è aggiunto Salvini con i suoi commenti sprezzanti.

    roma occupazione1Ad ascoltare Salvini sia su questa vicenda che sull’idea di multare le ONG che salvano le persone in mare, sembra che la solidarietà sia diventata un reato. Questo crea un clima per cui si sfasciano i valori minimi della convivenza.
    Io sono favorevole al fatto che i gestori non facciano contratti per le forniture a chi occupa abusivamente gli alloggi ma questa non era una nuova occupazione e si tratta anche di una situazione molto particolare. Inoltre, con i Governi a guida PD, sono state fatte delle leggi anche a tutela delle persone indigenti per evitare che venissero staccate le forniture a chi è in difficoltà, facendo intervenire fondi sociali.
    La vicenda romana, oltretutto, è molto particolare e di fronte all’inerzia della politica e dell’amministrazione e di fronte all’impossibilità di trovare una soluzione per pagare le bollette, l’elemosiniere del Papa ha deciso di agire in altra maniera.
    Di fronte al disagio di 450 persone, di cui 100 bambini, la Chiesa ha ritenuto di dover intervenire, facendo una scelta border line, perché evidentemente ha ritenuto che in quel momento non c’erano altre soluzioni.
    I ragionamenti sulla legalità vanno bene ma devono anche essere calati nelle situazioni e soprattutto dovrebbero valere sempre non solo quando ci sono di mezzo disperati ma anche quando riguardano persone con maggiori possibilità. 

    Intervento svolto in Tv a /Gold: Video della trasmissione»

    © Franco Mirabelli 2018-2019